A.I.GU.P.P.
Seguici su::

Esenzione da licenza e permessi per le guide Aigupp

10/07/2019

La regione Lombardia ha aggiunto un comma importantissimo alla propria legge sulla pesca (Legge Regionale 5 dicembre 2008 , n. 31 – Testo unico delle leggi regionali in materia di agricoltura, foreste, pesca e sviluppo rurale). All’art.144 – Licenze di pesca, si può trovare ora il comma 6 bis che recita

"Sono esonerati dal possesso della licenza di pesca di tipo B le guide professionali di pesca iscritte ad associazioni nazionali di rappresentanza professionale purché non esercitino attivamente e personalmente l’azione di pesca."

Questo è il primo riconoscimento della figura professionale della guida di pesca su un testo di legge, ottenuto attraverso un dialogo continuo con gli enti.

Come va interpretato? La risposta è semplice: la guida di pesca iscritta ad associazione nazionale di rappresentanza professionale (al momento della scrittura di questo articolo esiste solo Aigupp) è esentata dal possesso della licenza di pesca ricreativa durante lo svolgimento delle proprie funzioni perché, per l’appunto, ne viene riconosciuto il ruolo professionale. Ciò si traduce nella non necessità di acquistare permessi di pesca per i tratti in concessione, rendendo quindi più competitive sul mercato le guide Aigupp che non si troveranno a dover far ricadere sul cliente il costo del permesso.

Questo significa che le guide Aigupp possono pescare sempre gratis in tutte le acque della Lombardia? No, perché quando non si sta accompagnando il cliente si sta pescando “privatamente e attivamente”.
Significa che solo quando stanno operando professionalmente e non privatamente possono anche attivamente pescare e/o essere in possesso di attrezzatura sul luogo di pesca, cosa che normalmente richiede licenza ed eventuale permesso.

Ultimi aggiornamenti

Cookie